Lavora con noi

Dirigente di II fascia (di ruolo nella pubblica amministrazione centrale o locale)

La struttura del Commissario Straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale è alla ricerca all’interno della pubblica amministrazione, anche in posizione di comando, distacco, fuori ruolo o altro analogo istituto previsto dai rispettivi ordinamenti, di un profilo che ricopra il ruolo di dirigente con incarico dirigenziale non generale.

19/12/2016

Dettaglio

Clicca qui per accedere all'archivio delle posizioni per le quali abbiamo chiuso la raccolta dei curricula. Nei prossimi giorni pubblicheremo una pagina per continuare a raccogliere i profili professionali di quanti sono interessati alla nostra missione. Grazie per la numerosa ed entusiastica partecipazione!

Nota Bene

Non dimentichiamo che lavoreremo in un ambiente governativo. Avremo l’opportunità di collaborare  in ogni ambito della Pubblica Amministrazione con persone incredibilmente brillanti e intelligenti, con grande volontà e con il sincero desiderio di migliorare e “fare la cosa giusta”. Ci sono, infatti, team moderni e innovativi e isole di eccellenza, in grado di ottenere molto con poche risorse.

Nonostante ciò, lo stato attuale delle infrastrutture digitali pubbliche mostra gli effetti di una mancanza di un agile coordinamento centrale. Molto è stato fatto nell’ultimo periodo, ma la maggior parte dei programmi non è allineata e numerosi sistemi e siti sono stati costruiti con tecnologie obsolete, con insufficiente attenzione alla “user experience”, scarsa integrazione e, spesso, mancanza di interoperabilità.

Troveremo anche molte norme e regole complicate, talvolta incomprensibili; dovremo imparare a gestire con intelligenza la burocrazia. Molti ci diranno: “non capite come funziona la pubblica amministrazione”, “ci hanno già provato in tanti e hanno fallito”, “in Italia non funziona così!”

Riceveremo molte critiche. Alcuni commenti saranno sinceri e utili, altri saranno cinici e preconcetti. Le critiche del primo tipo arriveranno da persone che vogliono offrire realmente e con spontaneità il loro contributo, quelle del secondo tipo da coloro che vogliono difendere lo status quo o che vedono il bicchiere sempre “mezzo vuoto” o che, più semplicemente, si sono rassegnate all’impotenza.

Per coloro che non hanno paura di questi ostacoli, che si sentono in profonda sintonia con questi obiettivi e con questi principi, che sono in grado di cavarsela in situazioni difficili, che hanno una predisposizione naturale verso la semplificazione, il nostro team è il posto giusto.

torna all'inizio del contenuto torna all'inizio del contenuto