Andrea Ceresoni

Cybersecurity

Ho 41 anni e sono fieramente di Roma. La mia passione per l’informatica è iniziata molto presto quando un sabato pomeriggio mio padre si è presentato a casa con un Olivetti Prodest usato, senza disco rigido e con processore 8086. Da quel momento ho iniziato a trascorrere più tempo a casa che in giardino a giocare con gli amici.

Ho iniziato a lavorare presto, per una delle prime televisioni online e, incuriosito dai sistemi operativi e dal movimento dell’open source, in breve tempo sono passato a lavorare come consulente presso Consob.

In meno di 3 anni, grazie ad IRC (uno dei primi protocolli di messaggistica istantanea su Internet) , ai tanti amici cibernetici che si occupavano di sicurezza informatica ed al mio essere curioso di natura, ho mosso i primi passi nel mondo della cyber security lavorando per conto di Telco italiane, occupandomi di sistemi di rilevazione e prevenzione di intrusione, mitigazione attacchi e infrastrutture di sicurezza.

Nel 2010 ho deciso di partire per l’Irlanda alla ricerca di una nuova sfida in una realtà multiculturale che facilitasse lo scambio di informazioni tra professionisti del settore. È così che ho deciso di applicare per una posizione nel team di sicurezza di Amazon. Sapevo che il colloquio sarebbe stato molto severo e lungo ma la determinazione nel proseguire per quella strada mi ha spinto ad andare avanti e la tenacia è stata ripagata.

Ho lasciato la mia amata Roma all’età di 32 anni alla volta di Dublino, dove mi sono confrontato con una nuova cultura ma, soprattutto, dove ho imparato a lavorare su soluzioni tecnologiche di larga scala mai viste prima e con professionisti dislocati a livello globale: un’esperienza molto formativa.

Dopo qualche anno in Amazon, mi è stata offerta la possibilità di lavorare per una start-up, FieldAware, con il compito di creare su AWS l’infrastruttura e di seguire end to end gli aspetti “mission critical”. L’esperienza nella start-up si è conclusa 4 anni dopo, 2 dei quali trascorsi a Berlino.

Negli ultimi due anni ho lavorato a Berlino come Senior Security Engineer per OLX e a Milano come Senior Security Architect & Coordinator per il Security Operation Center enterprise di Fastweb, dove ho seguito progetti per molte pubbliche amministrazioni.

Sono venuto a conoscenza del progetto di Piacentini quando ero a Berlino: qualcosa di rivoluzionario per una realtà come quella italiana. Ho seguito il Team tramite giornali e social. Quando ho visto che era stata aperta una posizione come esperto di cybersecurity ho deciso senza batter ciglio di candidarmi per essere parte attiva del cambiamento. La bella telefonata con cui mi si comunicava di aver superato le prove di selezione, le persone con cui avrei collaborato e l’entusiasmo di essere parte di questo progetto mi hanno fatto decidere immediatamente di accettare l’incarico.

La mia missione all’interno del Team è quella di valutare e aumentare la sicurezza di tutti i progetti e piattaforme sviluppate e diffondere la cultura della cybersecurity, per rendere le nostre piattaforme sicure per tutti i cittadini italiani.

Nel tempo libero amo viaggiare, sperimentare fotografia, cucinare pasta alla carbonara per gli amici, degustare buon vino e, quando sono da solo, pedalare con la mia bicicletta che per ora si trova ancora a Berlino.

Data inizio: 1 marzo 2019

Periodo previsto: fino al 15 settembre 2019

Compenso su base annua: € 85.000

Registrazione in Corte dei Conti: 8 aprile 2019


Ultimo aggiornamento: 29/05/2019
Torna all'inizio del contenutoTorna all'inizio del contenuto