Michele Melchionda

Chief Information Officer

Sono nato ad Avellino in una famiglia che mi ha cresciuto a “tenacia e duro lavoro”, insieme alle enormi porzioni di cibo che mia madre doveva mettere in tavola per una tribù di figli, amici e ospiti.

La passione per l’informatica ha caratterizzato la mia vita fin da piccolo, fino a quando a soli 20 anni ne ho fatto una professione iniziando a lavorare nel settore della progettazione e sviluppo software.

Tre anni dopo, vincitore di concorso, ho iniziato il mio percorso nella Pubblica Amministrazione come Responsabile tecnico della Corte dei conti. Nel primo periodo presso la Procura generale ho ideato, progettato e realizzato il sistema informativo denominato “Progenius”, utilizzato in seguito da tutte le Procure della Corte dei conti per oltre dieci anni.

Nel 2012, ricevuto un incarico di dirigente di seconda fascia, sono divenuto responsabile del Centro unico dei servizi della Direzione generale dei sistemi informativi della Corte dei conti, occupandomi della progettazione, realizzazione, implementazione e gestione dell’infrastruttura IT e della sua connessione al Sistema pubblico di connettività e della definizione e cura dell’implementazione delle politiche di sicurezza sui sistemi informativi della Corte.

In questi anni ho avuto modo di ideare e portare avanti diversi progetti ad altissimo contenuto innovativo che hanno meritato alla Corte dei conti un ruolo di Pubblica Amministrazione virtuosa nel processo di trasformazione digitale. Tra questi, in particolare, “Diversamente connessi”, realizzato in collaborazione con il Team per la Trasformazione Digitale, che ha introdotto una rivoluzione interpretativa del Sistema pubblico di connettività e che è divenuto la base di riferimento per l’architettura di rete del futuro per la PA, e “Idea@PA” entrato a pieno titolo tra i progetti che hanno ispirato il Piano triennale di trasformazione digitale.

Nell’ambito di quest’ultimo progetto, finalizzato a promuovere la cooperazione infrastrutturale tra le Pubbliche Amministrazioni, ho realizzato un accordo di collaborazione con l’Avvocatura generale dello Stato e con il CNEL. Grazie a questo accordo, entrambe hanno migrato la propria infrastruttura fisica su quella di Corte nel CED di Sogei a Carucci e hanno rivolto la propria attenzione alla creazione di specifiche soluzioni di tipo Cloud e allo sviluppo di programmi basati sulla strategia “Mobile First, Cloud First”, soprattutto nel modello di distribuzione di tipo Pubblico e di tipo Ibrido.

Negli ultimi anni, oltre a rivestire per la Corte il ruolo di Responsabile negli accordi stipulati con altri Enti della PA (AdS e CNEL ma anche Lepida, Cedecu e il Team per la Trasformazione Digitale) sono stato nominato Consulente per la “Commissione parlamentare d’inchiesta sul livello di digitalizzazione e innovazione delle Pubbliche Amministrazioni e sugli investimenti complessivi riguardanti il settore delle tecnologie e della comunicazione” della Camera dei Deputati.

Ho sempre ritenuto di estrema importanza la diffusione della cultura e la condivisione delle esperienze. Per questo motivo ho dedicato parte del mio tempo alla formazione in aula come docente, spesso in affiancamento all’allora dirigente generale dei sistemi informativi della Corte dei conti oggi Commissario per l’attuazione dell’Agenda Digitale, con il quale ho anche scritto diversi articoli e pubblicazioni.

A Roma, dove ormai vivo da anni, ho completato il mio ciclo di studi conseguendo oltre alla laurea magistrale in Management pubblico ed e-Government anche un Master in “Governance, Management, e-Government delle Pubbliche Amministrazioni entrambe presso l’Università degli studi di Roma “UNITELMA SAPIENZA”.

Qualcuno dice che i miei motti sono: “Non fare oggi quello che puoi fare domani” e “Non fare tu quello che puoi far fare ad altri”. Nel mio tipico stile, ho rovesciato a mio favore quelli che potrebbero essere visti come difetti…. “Non fare oggi quello che puoi fare domani” ossia pensa a lungo termine, gioca le tue mosse pensando sempre a cosa faranno gli altri, togli i paraocchi e intercetta strategie e colpi bassi. Non agire oggi né domani, ma dopodomani si! “Non fare tu quello che puoi far fare ad altri” e cioè delega, delega, delega. Nell’ufficio che dirigo ciascuno ha il suo posto e la sua responsabilità, ancorché piccola. La squadra è la mia forza e io sono la forza della mia squadra.

Sono sposato con Alessandra con la quale condivido un piccolo adorabile zoo: Sara, Poppy e Salvatore (bau), Emma, Milo, Vezio e Gino (miao). Ho due figli: Luca di 28 anni e Maria Rita di 24 che studiano Psicologia e Infermieristica, forse lo fanno per me.

Data inizio: 22 febbraio 2019

Periodo previsto: fino al 15 settembre 2019

Compenso su base annua: Per lo svolgimento del suo incarico nel Team, l’esperto non percepisce alcun compenso

Registrazione in Corte dei Conti: 8 aprile 2019


Ultimo aggiornamento: 29/05/2019
Torna all'inizio del contenutoTorna all'inizio del contenuto